Eventi passati

Cina festival del Popolo Miao

Viaggio fotografico - Data di partenza Viaggio fotografico - Data di partenza Data Partenza
Viaggio fotografico - Data di ritorno Viaggio fotografico - Data di ritorno Data Ritorno
Viaggio fotografico - Partecipanti Viaggio fotografico - Partecipanti Partecipanti
Viaggio fotografico - Recensioni Viaggio fotografico - Recensioni Recensioni
Viaggio fotografico Accompagnatore del viaggio Roberto Gabriele

Roberto è la parte razionale e imprenditoriale, ma anche un po' visionaria di Viaggio Fotografico, che nasce proprio da una sua intuizione nel lontano 2013. Chiude il suo studio fotografico, si trasferisce da Latina a Roma e cambia vita. Ama le sfide, i numeri e le mappe, e non farebbe mai a meno delle sue scarpe super comode che lo accompagnano ovunque! Instancabile, viaggiare per lui è un modo di essere, uno stile di vita, un bisogno primario insito nella sua natura di fotografo. Trovare soluzioni impossibili è per lui un gioco divertente adatto ad un bambinone di 54 anni che non si stanca mai di imparare dalla vita.

Nella Cina rurale, il Popolo Miao celebra le sue tradizioni

Sono veramente contento di presentare questo Viaggio Fotografico in anteprima assoluta nella Cina rurale del sud. Abbiamo lavorato per mesi io e TIBIWorld per programmare questo itinerario che faremo per la prima volta insieme ad aprile 2017 tra la gente Miao, un’etnia piuttosto isolata tra le montagne del Guizhou, nella Cina più rurale e ancora perfettamente conservata tra i suoi usi e costumi e una cultura piena di tradizioni.
Cina Xingping – Foto: © Carlos Adampol Galindo
Il periodo che abbiamo scelto per questo itinerario è in assoluto il migliore dell’anno perchè coincide con il Sister’s Meals Festival, il più importante evento locale in cui la gente si identifica nella propria cultura e noi saremo lì, lontani dai soliti itinerari turistici a fotografare gli eventi dedicandoci una giornata intera di viaggio per fotografarli senza fretta, comprendendone il valore storico e sociale. Il Festival è ancora oggi perfettamente conservato, l’aspetto turistico è del tutto marginale e la gente si trova lì tra di loro per cercare le proprie radici, non per fare una festa in maschera ad uso di turisti mordi e fuggi. Il festival da solo vale tutto il viaggio!
Cina Yangdi – Foto: © Clint
I Miao sono un popolo bellissimo da fotografare, sono caratteristici per i loro abiti neri e per gli enormi copricapo di argento scintillante con i quali le donne si adornano il capo e si distinguono perchè a seconda dei paesi in cui vivono hanno gonne lunghe o corte, a pieghe o lisce… In generale in questa zona della Cina ancora sono molto diffusi gli abiti tipici tra la gente, ma noi li vedremo anche e soprattutto in un momento di festa e quindi oltre agli aspetti di vita quotidiana, potremo assistere anche allo sfarzo, all’eleganza e al colore dei giorni importanti, anche le nostre fotocamere saranno in festa!!!!
Cina Shanghai BN – Foto: © Sama 093
Sarà una vera full immersion fotografica in una cultura tanto diversa dalla nostra e che a volte potremo trovare addirittura raccapricciante, e che potremmo non condividere, ma proprio per questo affascinante. Mi riferisco in particolar modo a come in queste zone si possa a volte assistere al maltrattamento dei cani, non giudico questi comportamenti, ma devo avvisare chi viaggia con me di eventuali criticità che possono offendere il nostro modo di pensare. Dico questo perchè il programma che abbiamo creato per il nostro viaggio fotografico è meraviglioso e non vorrei che nessuno se lo rovinasse scoprendo in viaggio comportamenti che non accetta. Tutto questo PUO’ ACCADERE, non è detto che lo vedremo, o che assisteremo ad episodi di questo tipo. Basta saperlo da prima ed essere preparati per goderci il viaggio.
Cina Yangshuo – Foto: © P Bibler
Per il resto i Cinesi sono persone tranquillissime e accoglienti, non ostili verso noi turisti e fotografi e mediamente anche inclini a farsi fotografare senza grossi problemi. Andremo a fotografare le botteghe degli artigiani, ci avvicineremo ai negozietti e ai contadini, fotograferemo le bellissime piantagioni di riso a terrazze, potremo racontare con le nostre foto la vita quotidiana della gente. Faremo tutto questo senza fretta, lasceremo che le nostre fotocamere abbiano il tempo di capire insieme a noi il modo migliore di fare una foto e io sarò sempre con voi a seguirvi scatto per scatto, foto per foto…
Cina Shanghai by night – Foto: © Janens Glas
I mercati che visiteremo, come in tutto il mondo, sono dei veri e propri crocevia di scambio tra la gente, tra le merci e le culture di posti anche fisicamente vicini tra loro ma tanto diversi. Nei mercati incontreremo genti e mestierimerci e colori assolutamente straordinari da fotografare. Fruttaoggettifiori, prodotti per il lavoro nei campi e animali vivi, il mercato per noi fotografi è tutto questo ed è anche molto di più: il mercato è anche carretti e mezzi di trasporto di ogni tipo, mazzette di soldi che vengono scambiati, gente che gioca in strada che fa sconosciuti giochi da tavoloaccattoni e saltimbanchi…. Un mercato nella Cina rurale è un’esperienza umana ancora prima che un set fotografico straordinario.

I Villaggi sono ancora perfettamente conservati e costruiti in legno in riva ai fiumi o a palafitte su di essi secondo le antiche tradizioni. Con le nostre fotocamere potremo addentrarci nelle stradine, nei loro saliscendi, attraversare ponticelli di pietra e legno e sederci (chi vuole) a bere un thè in un putrido baretto fetido che puzza i fumo di sigaretta fatta con chissà quali miscele di tabacco e non solo(da quelle parti non è vietato fumare). Le stradine odorano di legno antico e umido, nell’aria ci sono gli aromi di essenze bruciate e l’odore dei camini che riscaldano le case. Sarà bello “perderci” ed esplorare ogni angolo di questi villaggi a fotografarli, cercare il sorriso di un bambino o la magia di uno scorcio di fumo attraversato dalla luce del sole al primo mattino…

Cina Longsheng – Foto: © Oarranzli
Le Guide Locali saranno due: una per Shanghai e l’altra per la parte rurale, leggi sotto ulteriori approfondimenti in merito. Con loro potremo davvero conoscere meglio la cultura di questa area della Cina. Di certo non sarà pensabile tornare e avere la pretesa di sapere tutto, nei nostri viaggi ci piace sapere molto ma di poche cose che riusciamo ad approfondire. Le Guide ci daranno modo di orientarci in un mondo tanto diverso dal nostro e ci faranno da interpreti e da mediatori culturali.
Questo viaggio a del Popolo Miao è autonomo con un suo Programma indipendente, ma va a concludere il nostro itinerario iniziato con il viaggio SHANGHAI Flash che si farà dal 31 marzo al 5 aprilechi vuole può scegliere di abbinarli insieme per avere un godimento fotografico ancora maggiore e vedere i due aspetti di un grande Paese come la Cina.
Cina Jidao – Foto: © Jason Powers
Se tutto questo ti piace, se sei curioso, se vuoi viverti un’esperienza davvero unica, chiedi info senza impegno con il FORM VERDE che trovi qui sotto e ti invieremo il preventivo personalizzato dal tuo aeroporto preferito.
Un saluto e BUONA LUCE a Te
Roberto Gabriele – Fotografo e Capogruppo

Descrizione

Sono veramente contento di presentare questo Viaggio Fotografico in anteprima assoluta nella Cina rurale del sud. Abbiamo lavorato per mesi io e TIBIWorld per programmare questo itinerario che faremo per la prima volta insieme ad aprile 2017 tra la gente Miao, un’etnia piuttosto isolata tra le montagne del Guizhou, nella Cina più rurale e ancora perfettamente conservata tra i suoi usi e costumi e una cultura piena di tradizioni.
Cina Xingping – Foto: © Carlos Adampol Galindo
Il periodo che abbiamo scelto per questo itinerario è in assoluto il migliore dell’anno perchè coincide con il Sister’s Meals Festival, il più importante evento locale in cui la gente si identifica nella propria cultura e noi saremo lì, lontani dai soliti itinerari turistici a fotografare gli eventi dedicandoci una giornata intera di viaggio per fotografarli senza fretta, comprendendone il valore storico e sociale. Il Festival è ancora oggi perfettamente conservato, l’aspetto turistico è del tutto marginale e la gente si trova lì tra di loro per cercare le proprie radici, non per fare una festa in maschera ad uso di turisti mordi e fuggi. Il festival da solo vale tutto il viaggio!
Cina Yangdi – Foto: © Clint
I Miao sono un popolo bellissimo da fotografare, sono caratteristici per i loro abiti neri e per gli enormi copricapo di argento scintillante con i quali le donne si adornano il capo e si distinguono perchè a seconda dei paesi in cui vivono hanno gonne lunghe o corte, a pieghe o lisce… In generale in questa zona della Cina ancora sono molto diffusi gli abiti tipici tra la gente, ma noi li vedremo anche e soprattutto in un momento di festa e quindi oltre agli aspetti di vita quotidiana, potremo assistere anche allo sfarzo, all’eleganza e al colore dei giorni importanti, anche le nostre fotocamere saranno in festa!!!!
Cina Shanghai BN – Foto: © Sama 093
Sarà una vera full immersion fotografica in una cultura tanto diversa dalla nostra e che a volte potremo trovare addirittura raccapricciante, e che potremmo non condividere, ma proprio per questo affascinante. Mi riferisco in particolar modo a come in queste zone si possa a volte assistere al maltrattamento dei cani, non giudico questi comportamenti, ma devo avvisare chi viaggia con me di eventuali criticità che possono offendere il nostro modo di pensare. Dico questo perchè il programma che abbiamo creato per il nostro viaggio fotografico è meraviglioso e non vorrei che nessuno se lo rovinasse scoprendo in viaggio comportamenti che non accetta. Tutto questo PUO’ ACCADERE, non è detto che lo vedremo, o che assisteremo ad episodi di questo tipo. Basta saperlo da prima ed essere preparati per goderci il viaggio.
Cina Yangshuo – Foto: © P Bibler
Per il resto i Cinesi sono persone tranquillissime e accoglienti, non ostili verso noi turisti e fotografi e mediamente anche inclini a farsi fotografare senza grossi problemi. Andremo a fotografare le botteghe degli artigiani, ci avvicineremo ai negozietti e ai contadini, fotograferemo le bellissime piantagioni di riso a terrazze, potremo racontare con le nostre foto la vita quotidiana della gente. Faremo tutto questo senza fretta, lasceremo che le nostre fotocamere abbiano il tempo di capire insieme a noi il modo migliore di fare una foto e io sarò sempre con voi a seguirvi scatto per scatto, foto per foto…
Cina Shanghai by night – Foto: © Janens Glas
I mercati che visiteremo, come in tutto il mondo, sono dei veri e propri crocevia di scambio tra la gente, tra le merci e le culture di posti anche fisicamente vicini tra loro ma tanto diversi. Nei mercati incontreremo genti e mestierimerci e colori assolutamente straordinari da fotografare. Fruttaoggettifiori, prodotti per il lavoro nei campi e animali vivi, il mercato per noi fotografi è tutto questo ed è anche molto di più: il mercato è anche carretti e mezzi di trasporto di ogni tipo, mazzette di soldi che vengono scambiati, gente che gioca in strada che fa sconosciuti giochi da tavoloaccattoni e saltimbanchi…. Un mercato nella Cina rurale è un’esperienza umana ancora prima che un set fotografico straordinario.

I Villaggi sono ancora perfettamente conservati e costruiti in legno in riva ai fiumi o a palafitte su di essi secondo le antiche tradizioni. Con le nostre fotocamere potremo addentrarci nelle stradine, nei loro saliscendi, attraversare ponticelli di pietra e legno e sederci (chi vuole) a bere un thè in un putrido baretto fetido che puzza i fumo di sigaretta fatta con chissà quali miscele di tabacco e non solo(da quelle parti non è vietato fumare). Le stradine odorano di legno antico e umido, nell’aria ci sono gli aromi di essenze bruciate e l’odore dei camini che riscaldano le case. Sarà bello “perderci” ed esplorare ogni angolo di questi villaggi a fotografarli, cercare il sorriso di un bambino o la magia di uno scorcio di fumo attraversato dalla luce del sole al primo mattino…

Cina Longsheng – Foto: © Oarranzli
Le Guide Locali saranno due: una per Shanghai e l’altra per la parte rurale, leggi sotto ulteriori approfondimenti in merito. Con loro potremo davvero conoscere meglio la cultura di questa area della Cina. Di certo non sarà pensabile tornare e avere la pretesa di sapere tutto, nei nostri viaggi ci piace sapere molto ma di poche cose che riusciamo ad approfondire. Le Guide ci daranno modo di orientarci in un mondo tanto diverso dal nostro e ci faranno da interpreti e da mediatori culturali.
Questo viaggio a del Popolo Miao è autonomo con un suo Programma indipendente, ma va a concludere il nostro itinerario iniziato con il viaggio SHANGHAI Flash che si farà dal 31 marzo al 5 aprilechi vuole può scegliere di abbinarli insieme per avere un godimento fotografico ancora maggiore e vedere i due aspetti di un grande Paese come la Cina.
Cina Jidao – Foto: © Jason Powers
Se tutto questo ti piace, se sei curioso, se vuoi viverti un’esperienza davvero unica, chiedi info senza impegno con il FORM VERDE che trovi qui sotto e ti invieremo il preventivo personalizzato dal tuo aeroporto preferito.
Un saluto e BUONA LUCE a Te
Roberto Gabriele – Fotografo e Capogruppo
Cosa pensano i nostri viaggiatori Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cina festival del Popolo Miao”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Racconti dal mondo Articoli correlati
Contattaci Richiedi informazioni



    * campi obbligatori