Eventi passati, Prima Assoluta

Echi Etruschi

Viaggio fotografico - Data di partenza Viaggio fotografico - Data di partenza Data Partenza
Viaggio fotografico - Data di ritorno Viaggio fotografico - Data di ritorno Data Ritorno
Viaggio fotografico - Partecipanti Viaggio fotografico - Partecipanti Partecipanti
Viaggio fotografico - Recensioni Viaggio fotografico - Recensioni Recensioni
Viaggio fotografico Accompagnatore del viaggio

Alla scoperta dell'Italia sconosciuta

Echi Etruschi è il secondo Viaggio Fotografico tutto italiano che vi proponiamo per le vostre vacanze post-COVID!
Entrambi i viaggi sono di 5 giorni/4 notti l’uno:

– Nel primo, “Sulle Orme di Circe” dal 20 al 24 luglio, andiamo alla scoperta della pianura Pontina… se volete  saperne di più, cliccate su questo link: https://www.viaggiofotografico.it/25083/sulle-orme-di-circe/

– Nel secondo workshop, “Echi Etruschi” dal 26 al 30 luglio, qui esposto, rimarremo nel Lazio, e ripercorremo il territorio della Tuscia, noto soprattutto come Terra degli Etruschi.
Visiteremo l’incredibile Necropoli di Cerveteri ed il parco Archeologico di Vulci, le bellissime città di TarquiniaPitiglianoTuscania e Viterbo, oltre a deliziosi borghi come Sovana e Sant’angelo di Roccalvecce. Immancabile la visita a Civita di Bagnoreggio per concludere al parco “dei Mostri” di Bomarzo.

Due itinerari italianissimi, entrambi prevalentemente nel Lazio, una regione che vive forse troppo all’ombra di Roma, ma che nasconde dei tesori che il turismo di massa ancora non conosce.

GLI IMPERDIBILI DEL VIAGGIO:

5 giorni per conoscere un territorio affascinante quanto affascinate è la cultura etrusca  che  proprio in questa zona è nata e si è sviluppata. Iniziamo con la Necropoli della Banditaccia a Cerveteri e la città Tarquinia, entrambe incluse nel Patrimonio Mondiale UNESCO nel 2004 e costituiscono il primo esempio di siti riconducibili alla civiltà etrusca. Tarquinia è la città etrusche per eccellenza ma non tutti conoscono il suo cuore medievale che non mancheremo di visitare.

Tuscia

Molto bella sarà la passeggiata nell’enorme Parco Archeologico di Vulci, tra i ruderi dell’antica città-stato dell’Etruria e le ampie aree naturalistiche in cui hanno girato svariati film tra cui “Tre uomini e una gamba” con Aldo, Giovanni e Giacomo e “Non ci resta che piangere”. Pitigliano, arroccato su una rupe di tufo, è uno dei Borghi più Belli d’Italia e Bandiera Arancione. E’ anche conosciuto anche con Piccola Gerusalemme perché a partire dal XVI secolo ospitò una grande comunità ebraica tra le sue mura. Tuscania è un’altra importante testimonianza etrusca, ma non  solo. Passeggiare tra sue strade ci porterà indietro nella storia, dal periodo etrusco a quello romani, al dominio pontificio. Molto piacevole sarà l’esperienza nel Borgo fantasma di Celleno, ormai completamente abbandonato, e in quello di Sant’angelo di Roccalvecce, detto “il paese delle fiabe” all’insegna della street art composto tra murales, installazioni, sculture, bassorilievi, edicole, mosaici a tema fantastico dislocati in tutto il paese. Non potremo perdere la “città che muore”, Civita di Bagnoregio, arroccato su una collina e considerato anch’esso uno dei Borghi più belli d’Italia.

Viterbo è detta la città dei Papi, in ricordo del periodo in cui la sede papale fu spostata qui. Importanti anche a Viterbo le origini etrusche oltre al suo assetto monumentale tra i più importanti del Lazio: aristocratici palazzi, monumenti ricchi di opere d’arte di spiccato interesse, suggestivi quartieri medievali, chiese e chiostri di varie epoche, torri slanciate ed eleganti fontane in peperino.

Il viaggio si conclude con il Parco dei Mostri di Bomarzo, un luogo davvero magico in un parco naturale che, tra migliaia di piante, è ornato da numerose sculture in basalto che ritraggono animali mitologici, divinità e, appunto, mostri.

Un viaggio decisamente insolito, nuovo, intenso e fotograficamente molto stimolante!

Descrizione

Echi Etruschi è il secondo Viaggio Fotografico tutto italiano che vi proponiamo per le vostre vacanze post-COVID!
Entrambi i viaggi sono di 5 giorni/4 notti l’uno:

– Nel primo, “Sulle Orme di Circe” dal 20 al 24 luglio, andiamo alla scoperta della pianura Pontina… se volete  saperne di più, cliccate su questo link: https://www.viaggiofotografico.it/25083/sulle-orme-di-circe/

– Nel secondo workshop, “Echi Etruschi” dal 26 al 30 luglio, qui esposto, rimarremo nel Lazio, e ripercorremo il territorio della Tuscia, noto soprattutto come Terra degli Etruschi.
Visiteremo l’incredibile Necropoli di Cerveteri ed il parco Archeologico di Vulci, le bellissime città di TarquiniaPitiglianoTuscania e Viterbo, oltre a deliziosi borghi come Sovana e Sant’angelo di Roccalvecce. Immancabile la visita a Civita di Bagnoreggio per concludere al parco “dei Mostri” di Bomarzo.

Due itinerari italianissimi, entrambi prevalentemente nel Lazio, una regione che vive forse troppo all’ombra di Roma, ma che nasconde dei tesori che il turismo di massa ancora non conosce.

GLI IMPERDIBILI DEL VIAGGIO:

5 giorni per conoscere un territorio affascinante quanto affascinate è la cultura etrusca  che  proprio in questa zona è nata e si è sviluppata. Iniziamo con la Necropoli della Banditaccia a Cerveteri e la città Tarquinia, entrambe incluse nel Patrimonio Mondiale UNESCO nel 2004 e costituiscono il primo esempio di siti riconducibili alla civiltà etrusca. Tarquinia è la città etrusche per eccellenza ma non tutti conoscono il suo cuore medievale che non mancheremo di visitare.

Tuscia

Molto bella sarà la passeggiata nell’enorme Parco Archeologico di Vulci, tra i ruderi dell’antica città-stato dell’Etruria e le ampie aree naturalistiche in cui hanno girato svariati film tra cui “Tre uomini e una gamba” con Aldo, Giovanni e Giacomo e “Non ci resta che piangere”. Pitigliano, arroccato su una rupe di tufo, è uno dei Borghi più Belli d’Italia e Bandiera Arancione. E’ anche conosciuto anche con Piccola Gerusalemme perché a partire dal XVI secolo ospitò una grande comunità ebraica tra le sue mura. Tuscania è un’altra importante testimonianza etrusca, ma non  solo. Passeggiare tra sue strade ci porterà indietro nella storia, dal periodo etrusco a quello romani, al dominio pontificio. Molto piacevole sarà l’esperienza nel Borgo fantasma di Celleno, ormai completamente abbandonato, e in quello di Sant’angelo di Roccalvecce, detto “il paese delle fiabe” all’insegna della street art composto tra murales, installazioni, sculture, bassorilievi, edicole, mosaici a tema fantastico dislocati in tutto il paese. Non potremo perdere la “città che muore”, Civita di Bagnoregio, arroccato su una collina e considerato anch’esso uno dei Borghi più belli d’Italia.

Viterbo è detta la città dei Papi, in ricordo del periodo in cui la sede papale fu spostata qui. Importanti anche a Viterbo le origini etrusche oltre al suo assetto monumentale tra i più importanti del Lazio: aristocratici palazzi, monumenti ricchi di opere d’arte di spiccato interesse, suggestivi quartieri medievali, chiese e chiostri di varie epoche, torri slanciate ed eleganti fontane in peperino.

Il viaggio si conclude con il Parco dei Mostri di Bomarzo, un luogo davvero magico in un parco naturale che, tra migliaia di piante, è ornato da numerose sculture in basalto che ritraggono animali mitologici, divinità e, appunto, mostri.

Un viaggio decisamente insolito, nuovo, intenso e fotograficamente molto stimolante!

Cosa pensano i nostri viaggiatori Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Echi Etruschi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Racconti dal mondo Articoli correlati
Contattaci Richiedi informazioni



    * campi obbligatori