Eventi passati, Viaggi in partenza

Thailandia etnica

Viaggio fotografico - Data di partenza Viaggio fotografico - Data di partenza Data Partenza 06/02/2023
Viaggio fotografico - Data di ritorno Viaggio fotografico - Data di ritorno Data Ritorno 18/02/2023
Viaggio fotografico - Partecipanti Viaggio fotografico - Partecipanti Partecipanti 8
Viaggio fotografico - Recensioni Viaggio fotografico - Recensioni Recensioni
Viaggio fotografico Accompagnatore del viaggio Roberto Gabriele

Roberto è la parte razionale e imprenditoriale, ma anche un po' visionaria di Viaggio Fotografico, che nasce proprio da una sua intuizione nel lontano 2013. Chiude il suo studio fotografico, si trasferisce da Latina a Roma e cambia vita. Ama le sfide, i numeri e le mappe, e non farebbe mai a meno delle sue scarpe super comode che lo accompagnano ovunque! Instancabile, viaggiare per lui è un modo di essere, uno stile di vita, un bisogno primario insito nella sua natura di fotografo. Trovare soluzioni impossibili è per lui un gioco divertente adatto ad un bambinone di 54 anni che non si stanca mai di imparare dalla vita.

A partire da Richiedi informazioni

I Karen del Nord ed i Moken nomadi del mare

Terzo Viaggio Fotografico nella Thailandia etnica, dopo il primo sopralluogo torniamo a scoprire e a fotografare le parti più originale e sconosciute del Paese: l’etnia Karen dei monti del nord e i Moken che vivono nelle isole del Mar delle Andamane.

La Tailandia è uno di questi in cui siamo andati a cercare aspetti più interessanti dal punto di vista fotografico rispetto a quelli che vede un turista normale. E così abbiamo costruito un itinerario specificamente pensato ad uso fotografico in questo Paese così eterogeneo che si divide tra città modernissime dove la gente veste all’occidentale e i villaggi nei quali invece è ancora possibile trovare delle sacche di popolazione dove le tradizioni sono ancora molto sentite.

LE ETNIE:

Qui la gente che vive nelle capanne di paglia e lavora la terra a mano. Nelle isole dei Moken si vive con semplicità in un mare paradisiaco ma senza i flussi turistici di massa.

 

Il viaggio:

Ci muoveremo con voli interni tra Bangkok e le etnie che si trovano in parti opposte del Paese per risparmiare tempi e costi: le distanze sono enormi e costa meno volare che spostarsi via terra.

IL TREKKING:

Questo Viaggio Fotografico prevede 3 giorni di trekking in montagna su un percorso di media difficoltà: i Karen infatti vivono in zone non raggiungibili in altro modo se non a piedi.

Non ci sono strade ma solo sentieri, noi li percorreremo come fanno i Locali per arrivare fino ai loro villaggi dove il tempo sembra essersi fermato e dove l’unico servizio che viene fornito dallo Stato è la scuola elementare per tutti i bambini che comunque per arrivarci fanno ogni giorno diversi chilometri a piedi.

Il trekking non è difficile e i dislivelli non sono eccessivi: chiunque con un buono stato di salute può farlo tenendo però presente che le distanze sono abbastanza lunghe: si cammina circa 6 ore al giorno per tre giorni di seguito.

Gli uomini si preparano per il combattimento dei galli – Foto © Roberto Gabriele

GLI IMPERDIBILI DEL VIAGGIO:

Oltre ai siti imperdibili come pagode e monasteri, abbiamo inserito in questo programma delle delizie imperdibili dal punto di vista fotografico che rendono questo viaggio unico e irripetibile proprio perchè mai fatto prima tutto insieme:

  • 3 mercati: degli Amuleti, galleggiante e quello sulla ferrovia
  • Palestra con allenamenti di Muhai Thai (i terribili combattimenti tailandesi nei quali sono ammesse ginocchiate, gomitate e i temutissimi calci al collo)
  • Trekking a piedi nei villaggi tribali degli ex coltivatori di oppio
  • Vita dei monaci
  • Villaggi nelle isole del parco marino del Mu Ko Surin nel Mar delle Andamane

Bangkok
Bangkok
Contattaci Iscriviti al viaggio
Thailandia etnica



    Numero persone
    Preferenze



    * campi obbligatori

    Tour Operator

    Descrizione

    I Karen del Nord ed i Moken nomadi del mare

    Terzo Viaggio Fotografico nella Thailandia etnica, dopo il primo sopralluogo torniamo a scoprire e a fotografare le parti più originale e sconosciute del Paese: l’etnia Karen dei monti del nord e i Moken che vivono nelle isole del Mar delle Andamane.

    La Tailandia è uno di questi in cui siamo andati a cercare aspetti più interessanti dal punto di vista fotografico rispetto a quelli che vede un turista normale. E così abbiamo costruito un itinerario specificamente pensato ad uso fotografico in questo Paese così eterogeneo che si divide tra città modernissime dove la gente veste all’occidentale e i villaggi nei quali invece è ancora possibile trovare delle sacche di popolazione dove le tradizioni sono ancora molto sentite.

    LE ETNIE:

    Qui la gente che vive nelle capanne di paglia e lavora la terra a mano. Nelle isole dei Moken si vive con semplicità in un mare paradisiaco ma senza i flussi turistici di massa.

     

    Il viaggio:

    Ci muoveremo con voli interni tra Bangkok e le etnie che si trovano in parti opposte del Paese per risparmiare tempi e costi: le distanze sono enormi e costa meno volare che spostarsi via terra.

    IL TREKKING:

    Questo Viaggio Fotografico prevede 3 giorni di trekking in montagna su un percorso di media difficoltà: i Karen infatti vivono in zone non raggiungibili in altro modo se non a piedi.

    Non ci sono strade ma solo sentieri, noi li percorreremo come fanno i Locali per arrivare fino ai loro villaggi dove il tempo sembra essersi fermato e dove l’unico servizio che viene fornito dallo Stato è la scuola elementare per tutti i bambini che comunque per arrivarci fanno ogni giorno diversi chilometri a piedi.

    Il trekking non è difficile e i dislivelli non sono eccessivi: chiunque con un buono stato di salute può farlo tenendo però presente che le distanze sono abbastanza lunghe: si cammina circa 6 ore al giorno per tre giorni di seguito.

    Gli uomini si preparano per il combattimento dei galli – Foto © Roberto Gabriele

    GLI IMPERDIBILI DEL VIAGGIO:

    Oltre ai siti imperdibili come pagode e monasteri, abbiamo inserito in questo programma delle delizie imperdibili dal punto di vista fotografico che rendono questo viaggio unico e irripetibile proprio perchè mai fatto prima tutto insieme:

    • 3 mercati: degli Amuleti, galleggiante e quello sulla ferrovia
    • Palestra con allenamenti di Muhai Thai (i terribili combattimenti tailandesi nei quali sono ammesse ginocchiate, gomitate e i temutissimi calci al collo)
    • Trekking a piedi nei villaggi tribali degli ex coltivatori di oppio
    • Vita dei monaci
    • Villaggi nelle isole del parco marino del Mu Ko Surin nel Mar delle Andamane
    Cosa pensano i nostri viaggiatori Recensioni
    1. Elisabetta Castellani

      Viaggio con itinerario fantastico, inusuale e coinvolgente
      Estremamente semplice il trekking , richiede solo capacità di adattamento nei pernottamenti nei villaggi nelle abitazioni in legno ma….. ne vale veramente la pena
      Clima spettacolare, colori e sapori che sorprendono, questo itinerario mescola la magnificenza artistica della capitale con i templi nel nord del paese, il tutto vissuto poi a contatto delle etnie dei villaggi
      Il bagno sotto una cascata, il pernottamento in una casa a palafitte, il cammino tra la foresta, il treno che attraversa un mercato con le relative bancarelle che ogni volta al passaggio del treno sono costrette a spostarsi velocemente, gli incontri di pugilato thailandese allo stadio di Bangkok sono solo alcuni dei momenti più entusiasmanti
      Per non dimenticare l accoglienza nell’hotel che ci ha ospitato in capitale!:….. Vedete tra le foto la piscina pensile sul top di quel grattacielo?…ecco…noi ci siamo immersi attoniti anche nelle acque di quella piscina a filo con l’ orizzonte dei grattacieli di Bangkok….ed è stato indimenticabile veramente
      Grazie Roberto, viaggio veramente calato in una cultura lontana e vissuta pienamente grazie a te

    2. Luca Dolfi

      Questo è stato il mio primo viaggio con Viaggio Fotografico nel 2018. Di gran lunga il viaggio più interessante e arricchente dal punto di visto fotografico che abbia mai fatto.
      L’itinerario è veramente curato proponendo scenari e occasioni fotografiche non comuni o banali sia nella grande Bangkok ma specialmente nelle foreste a nord.
      Per la parte nei villaggi bisogna prepararsi ad un esperienza un po’ “spartana” (si dorme sul pavimento di una capanna) ma l’ospitalità dei locali compensa abbondantemente l’esperienza

    Aggiungi una recensione

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Racconti dal mondo Articoli correlati
    Capodanno in Cambogia

    Natale con i tuoi, Capodanno parti con noi! Natale con i tuoi, Capodanno parti con noi! E’ proprio il motto di…

    Laos tribale

    Il Laos   In Laos, al confine con la Cina, ci sono dei villaggi di montagna raggiungibili solo a piedi…

    La Famadihana in Madagascar

    Da qualche parte in Madagascar, nell’estate del 2008, ho assistito al rito della Famadihana. Nel nord del Madagascar, nella piccola zona…